Survey On risk FactOrs and CardiovascuLar secondary prEvention and drug strategieS in Italy.

Survey sulla gestione dei fattori di rischio dell’appropriatezza terapeutica e dell’aderenza farmacologica nella cardiopatia ischemica in fase post-acuta e cronica in Italia
Advisory Board
Gian Francesco Mureddu (Roma), Pompilio Faggiano (Brescia), Francesco Fattirolli (Firenze), Massimo Uguccioni (Roma), Marco Ambrosetti (Pavia), Roberto Pedretti (Milano), Pierluigi Temporelli (Veruno).
Progetto Survey Sofocles
Raccolta di dati relativi a pazienti con cardiopatia ischemica che afferiscono agli ambulatori cardiologici su tutto il territorio nazionale, anche quelli non esclusivamente dedicati al follow-up del cardiopatico ischemico, fotografando gli aspetti più rilevanti della gestione del cardiopatico cronico, del livello di controllo dei fattori di rischio e dell’appropriatezza della terapia farmacologica in corso, non solo in termini categorici (quali farmaci evidence-based vengono prescritti nella fase post-acuta e cronica della cardiopatia ischemica), ma anche, per ciascun farmaco delle classi raccomandate, in termini di molecole e di dosaggi. È disegnata per essere condotta nel corso dell’abituale pratica clinica e non richiede altri accessi del paziente al centro.
Obiettivi
Fornire dati attuali su un campione omogeneo rappresentativo della realtà nazionale su: stato della prevenzione cardiovascolare nella malattia coronarica, nell’intervallo compreso tra 3 mesi e 5 anni dall’evento indice; utilizzo della terapia farmacologica, per categorie, per tipo e dosaggio, con particolare riguardo ai trattamenti raccomandati dalle Linee Guida Internazionali; rilevazione del raggiungimento e mantenimento dei target raccomandati dalle Linee Guida internazionali; rilevazione della prevalenza di prescrizione e persistenza alla terapia farmacologica.
Casistica
Le categorie cliniche di accesso, che non si escludono a vicenda, sono le seguenti Pazienti con precedente SCA (NSTEMI e STEMI); Bypass aorto-coronarico; Angioplastica coronarica; riscontro coronarografico di stenosi significative o evidenza di ischemia ai test provocativi; angina pectoris o suoi equivalenti, stabile; scompenso cardiaco di origine ischemica; fibrillazione atriale che ha richiesto ospedalizzazione con diagnosi precedente o attuale di cardiopatia ischemica
: *
: *